Scuola Primaria

A.S. 2020/2021

Collaboriamo e ci proteggiamo

PAROLE CHIAVE Covid, collaborazione, protezione, prevenzione, regole, resilienza, cambiamento…posto sicuro.

CLASSI COINVOLTE Classi terze Scuola primaria Centro Urbano

DOCENTI Aurispa Sonia, Costantini Arianna, Gallerati Franca, Rapagnetta Paola, Verzella Rosanna.

MOTIVAZIONI Il progetto accoglienza accompagnerà i bambini verso un percorso di crescita personale e sociale. Insieme si sta bene, le caratteristiche di ognuno sono una importante risorsa da conoscere e valorizzare, ma è fondamentale l’aiuto di tutti nel rispetto delle nuove regole a cui ci ha portati un lungo lockdown. Il percorso sarà caratterizzato da un contesto scolastico sereno e collaborativo, dove responsabilità e senso civico evidenzieranno il cardine della prevenzione.

ARGOMENTO Interiorizzare le regole per gestire il covid 19 e creare un clima di convivenza serena e sicura.

COMPETENZE Collaborare e partecipare/Agire in modo autonomo e responsabile

PRINCIPALI FASI DI LAVORO

Audiolibro “Un colore tutto mio”: dopo l’ascolto e la discussione”, i bambini scriveranno all’interno del camaleonte, disegnato da loro, la sensazione che provano quando si trovano di fronte ad un cambiamento, saranno liberi di discutere su quali strategie scaccia-paura si possano mettere in atto.

La “filastrocca resilienza” e il video “L’agnello rimbalzello” daranno loro lo spunto di parlare della nostra capacità di superare gli ostacoli e di affrontare le difficoltà senza paura, perché le sconfitte fanno parte della nostra vita ma da esse possiamo imparare molto.

Audiolibro: “Un posto tutto mio” , un posto, dove mettere insieme tutti i sogni e i desideri ,la Scuola, il grande albero con radici profonde e rami lunghi e dove ognuno, rispettando le nuove regole, darà il proprio contributo per la costruzione di un posto pieno di voci, a volte anche silenzioso, dove è bello stare con gli altri ma anche da soli, un luogo che accoglie i bisogni di ciascuno e dove nessuno si sente mai solo, ognuno con le proprie esigenze e le proprie differenze.

Audiolibro A COLOR OF HIS OWN con alcune attività per riflettere e parlare dei temi dell’amicizia e della felicità in inglese. Semplici domande dopo, permetteranno di dialogare e confrontarsi, Le risposte saranno spunto per la realizzazione di mini-book personale. Questa attività, in particolare, ci permetterà di rimarcare il concetto di appartenenza al gruppo classe e di inclusione, anche in previsione dell’ingresso in entrambe le classi di due nuovi alunni. Questi momenti di dialogo saranno intervallati da una serie di attività interdisciplinari che permetteranno di prendere confidenza con le regole anticovid.

Il coding Scacciavirus, attività di coding che offriranno spunto per evidenziare e favorire l’adozione di comportamenti corretti per prevenire la diffusione del covid-19.

METODOLOGIE Didattica laboratoriale e Circle time

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA I bambini si sono dimostrati interessati, attenti e partecipi.

MODALITA’ DI DOCUMENTAZIONE UdA   e Presentazione                                                         

 

 

 A.S. 2019/2020

- Pensieri favolosi -

PAROLE CHIAVE Emozioni, autostima, empatia, ebook, abilità emotive, abilità sociali, consapevolezza di sé, inclusione, forza nel gruppo.

CLASSI COINVOLTE Classi seconde Scuola primaria centro urbano

DOCENTI Aurispa Sonia, Costantini Arianna, Gallerati Franca, Rapagnetta Paola, Verzella Rosanna

MOTIVAZIONI Questo progetto intende accompagnare i bambini verso un percorso per scoprire e riconoscere le emozioni, capire come e quando si presentano, quali effetti hanno sul corpo e sui pensieri; imparare a esprimere correttamente le proprie emozioni come parte di un processo di crescita e di socializzazione.

ARGOMENTO Un viaggio colorato tra le emozioni: come trasformo i pensieri brutti (grigi o negativi) di questo periodo in pensieri colorati? Ci sono libri che aiutano a raccontare le emozioni attraverso gli episodi che raccontano.

COMPETENZE Chiave e/o disciplinari Imparare a imparare Comunicare, Collaborare e partecipare, Agire in modo autonomo e responsabile Risolvere problemi, Individuare collegamenti e relazioni Acquisire e interpretare l’informazione.

PRINCIPALI FASI DI LAVORO Per ogni emozione verranno realizzate diverse attività interdisciplinari che prevedono l’ascolto attivo, conversazione, la realizzazione di testi, attività manipolativa. Si prevede una fase iniziale in cui si presenta il progetto agli alunni coinvolti e si riflette insieme sulle emozioni che accompagnano questo particolare momento che ci troviamo ad affrontare e vivere. Ogni emozione prevede la lettura di un racconto, con protagonista un animale che riesce ad introdurre l’argomento con coinvolgimento e la leggerezza necessaria per bambini di questa età.

METODOLOGIE Didattica laboratoriale, cooperative-learning, uso della piattaforma G-suite, uso di meet per le video-lezioni, presentazione in power-point per la spiegazione del lavoro, uso di vari video, giochi e siti.

VALUTAZIONE (strumenti e criteri) Osservazioni sistematiche, partecipazione, interesse, attenzione, valutazione dei prodotti, autobiografia cognitiva degli alunni.

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA L'esperienza si è rivelata positiva sotto diversi punti di vista: ha permesso di mantenere contatti costruttivi con le insegnanti, e quindi con la Scuola, anche in un'ottica di Didattica a distanza; ha consentito agli alunni di vivere positivamente la DAD, perchè proposta attraverso un coinvolgimento esistenziale che ha favorito non solo l'apprendimento di contenuti, tra l'altro interdisciplinari, ma anche la consapevolezza di sé; ha potenziato la collaborazione con le famiglie che hanno percepito nella scuola un punto di riferimento certo per i propri figli in un momento di particolare disorientamento.

DOCUMENTAZIONE Progettazione UDA e Libro digitale 

- L’albero delle pantofole -

PAROLE CHIAVE Progetto Libriamoci 2019

CLASSI COINVOLTE Classi prima A e B Scuola primaria di Madonna della Pace

DOCENTI Sandra D’Andreamatteo, Natascia Verzella, Federica Mazzatenta, Marianeve Adduono, Nicoletta Sfamurri, Carina Giancola

MOTIVAZIONI “Non si nasce con l’istinto della lettura come si nasce con quello di mangiare e bere. Bisogna educare i bambini alla lettura” (Gianni Rodari). Gli alunni delle classi prime A e B dell’Istituto comprensivo di Città Sant’Angelo, plesso “Verzella” di Madonna della Pace, durante la settimana dedicata al Progetto Libriamoci, hanno ascoltato e rielaborato, grazie alla partecipazione della lettrice d’eccezione Rosa Scurria, alcune storie e filastrocche di Gianni Rodari: “A inventare numeri”, “Il trionfo del numero zero”, “Filastrocca per quando piove”, “Le quattro stagioni”, “Storia di un gambero” ecc…, dando sfogo alla creatività e alla fantasia.

ARGOMENTO Storie e filastrocche di Gianni Rodari, Libriamoci 2019

COMPETENZE Comunicazione nella madrelingua, Imparare ad imparare, Competenze sociali e civiche, Competenze di base in matematica, scienze e tecnologia.

PRINCIPALI FASI DI LAVORO L'attività è iniziata con l’incontro tra i bambini e la lettrice-scrittrice Rosa Scurria, la quale ha realizzato un Laboratorio di lettura animata, utilizzando testi diversi, a cui sono seguite delle attività grafico-pittoriche con la realizzazione di un primo cartellone. Tale incontro ha dato stimolo per una serie di domande. Domande stimolo: A cosa serve la lettura? Quale storia preferisci? Tra quelle lette da Rosylandia quale ti è piaciuta di più? Perché? I bambini sono intervenuti alzando la mano e l'insegnante ha trascritto sulla lavagna le diverse idee espresse.

Durante la settimana di “Libriamoci” sono state lette alcune storie di Gianni Rodari come “A inventare numeri”; “Storia del gambero” “La filastrocca dei mesi”, “Filastrocca per quando piove” e “L’albero delle pantofole” tratte dai testi “Favole al telefono” e “Filastrocche lunghe e corte”. Sono seguite riflessioni sui testi letti, realizzazioni di disegni, cartelloni, valigetta realizzata dai bambini per raccogliere gli elaborati ed una drammatizzazione finale realizzata nel mese di dicembre 2019 dal titolo “L’albero delle pantofole”.

METODOLOGIE Brainstorming, Cooperative learning, Circle time, Tutoring,  Attività laboratoriale gruppo – classe

VALUTAZIONE (strumenti e criteri) Rubriche, autobiografia cognitiva

- Come prodotto finale i bambini hanno realizzato un compito di realtà: realizzazione di cartelloni sulle storie lette durante la settimana di “Libriamoci” e durante l’incontro con la lettrice-scrittrice Rosa Scurria.

- I bambini hanno messo poi in scena uno spettacolo dal titolo “L’albero delle pantofole” in data 20 dicembre 2019, recitando filastrocche, cantando e ballando. Allo spettacolo hanno assistito i genitori.

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA L’esperienza si è rivelata decisamente positiva. La lettura e l’ascolto di storie si rivela, ancora una volta, una carta vincente per favorire lo sviluppo e la crescita dei bambini. Ogni libro è una storia da scoprire, un mondo da esplorare, un luogo per sognare, terreno fertile per sbocciare!

DOCUMENTAZIONE Video Raccolta di immagini dei lavori 

 

- Mamma in quarantena! -

PAROLE CHIAVE Festa della mamma 2020

CLASSI COINVOLTE Classi prima A e B Scuola primaria di Madonna della Pace

DOCENTI Sandra D’Andreamatteo

MOTIVAZIONI Gli alunni delle classi prime hanno continuato, anche con le video lezioni e la Didattica a Distanza, il loro percorso di crescita e di apprendimento. Attraverso la guida, gli stimoli e gli input offerti dall’insegnante, hanno saputo realizzare splendidi lavori per festeggiare la mamma e il suo compito così prezioso e difficile dando sfogo alla fantasia

ARGOMENTO Poesie, disegni, uso di materiale comune e di riciclo per realizzare piccoli lavori

COMPETENZE Saper fare, Spirito di iniziativa ed imprenditorialità, Consapevolezza ed espressione culturale, Comunicazione nella madrelingua

PRINCIPALI FASI DI LAVORO Organizzazione e preparazione di un power point; raccolta di materiale e video tutorial; scelta di testi poetici da proporre; videolezione su Meet e spiegazione dell’attività e dei materiali; raccolta degli elaborati; socializzazione e condivisione degli elaborati

METODOLOGIE Didattica laboratoriale,  cooperative-learning, uso della piattaforma G-suite; uso di Meet per le video-lezioni; presentazione in power-point per la spiegazione del lavoro.

VALUTAZIONE Osservazioni sistematiche, partecipazione, interesse, attenzione,  valutazione dell’elaborato e della sua coerenza, autobiografia cognitiva degli alunni.

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA L’esperienza si è rivelata decisamente positiva. I bambini hanno saputo cogliere gli stimoli proposti dall’insegnante, rielaborando in modo personale e creativo e realizzando splendidi lavori per dimostrare ad ogni mamma quanto il suo ruolo sia fondamentale per la crescita armonica di ogni bambino.

DOCUMENTAZIONE Progettazione Pdf della video lezione e Video raccolta di immagini dei lavori 

- Mate-creativa! -

PAROLE CHIAVE Apprendimento creativo della matematica

CLASSI COINVOLTE Classi prima A e B Scuola primaria di Madonna della Pace

DOCENTI Natascia Verzella

MOTIVAZIONI Gli alunni delle classi prime hanno continuato, anche con le video lezioni e la Didattica a Distanza, il loro percorso alla scoperta dei numeri, delle operazioni e delle forme geometriche. Il filone che ci ha accompagnato, sin dall’inizio dell’anno scolastico, privilegia il canale ludico-creativo per favorire l’apprendimento e l’acquisizione delle competenze.

ARGOMENTO I numeri fino a venti, i regoli, le figure geometriche piane, le trasformazioni, gioco del tangram, storie sui numeri e sulle figure geometriche, giochi collettivi on-line, macchina delle addizioni.

COMPETENZE disciplinari - Riconosce con sicurezza i numeri naturali entro il 20 - Descrive, denomina e classifica figure in base a caratteristiche geometriche - Usa materiali per costruire oggetti o realizzare progetti.

PRINCIPALI FASI DI LAVORO

-uso dei regoli per conoscere i numeri ed uso creativo degli stessi;

-conoscere le figure geometriche piane osservando l’ambiente circostante;

-storia di Aldo Cambio di Guastalla;

-costruzione del quadrato con i fermacampioni (le trasformazioni);

-preparazione del power point da utilizzare durante la video-lezione a distanza;

-costruzione del Tangram ed osservazione delle figure che lo compongono;

-costruzione della macchina delle addizioni;

-socializzazione e condivisione degli elaborati

METODOLOGIE didattica laboratoriale, cooperative-learning, uso della piattaforma G-suite, uso di meet per le video-lezioni, presentazione in power-point per la spiegazione del lavoro.

VALUTAZIONE osservazioni sistematiche, partecipazione, interesse, attenzione, valutazione dell’elaborato e della sua coerenza, autobiografia cognitiva degli alunni.

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA L’esperienza è stata significativa ed emozionante. Nonostante le difficoltà della gestione ed organizzazione di una Didattica a Distanza con alunni ancora piccoli, in fase di acquisizione della letto-scrittura e di un’autonomia di lavoro, l’apprendimento attraverso l’uso di materiali concreti, strutturati e non e/o di uso comune, ha permesso ai bambini di operare in modo ludico, spontaneo, creativo e laboratoriale e di acquisire concetti e conoscenze con maggiore facilità.

DOCUMENTAZIONE Progettazione Pdf della videolezione e Video Raccolta di immagini dei lavori 

Minisito didattico “Rainbow school – Il mio diario ai tempi del coronavirus”

PAROLE CHIAVE Diario, comunicazione 

CLASSI COINVOLTE Classe IIA – Scuola secondaria di I grado Elice

DOCENTI Lolita D’Ignazio, Cerasa Beatrice, Simona Gemelli

MOTIVAZIONI Raccontare la propria vita ai tempi del coronavirus. Allo scopo è stato realizzato un piccolo sito in cui è stato raccolto tutto il materiale in cui i ragazzi hanno raccontato se stessi, le loro passioni, i loro desideri, ma anche le loro paure.

ARGOMENTO Il racconto autobiografico attraverso pagine di diario, presentazioni video, fumetti, fotografie, cruciverba ed altro.

COMPETENZE Comunicazione nella madrelingua -  Competenza digitale - Imparare ad imparare

PRINCIPALI FASI DI LAVORO FASE 1 Produzione di pagine di diario personale e diario di bordo; FASE 2 Realizzazione di presentazioni in francese e inglese; FASE 3 Raccolta e selezione del materiale; FASE 4 Costruzione di un minisito su Sites di Google

METODOLOGIE Problem solving, Flipped classroom, Digital storytelling

VALUTAZIONE 

Processo: Impegno, Partecipazione, Accuratezza, Puntualità e Relazione con compagni e adulti

Prodotto: Stesura di testi di tipo espressivo; Presentazioni digitali anche in lingua strani

DOCUMENTAZIONE Progettazione e link al Minisito Rainbow school

A.S. 2018/2019

La compravendita - Spaced learning

PAROLE CHIAVE Apprendimento intervallato (Spaced learning), compravendita

CLASSI COINVOLTE VA scuola primaria e IA scuola secondaria di I graddi Elice

DOCENTI D’Ignazio Lolita, Nobilio Cecilia

ARGOMENTO La compravendita

COMPETENZE Imparare ad imparare - Competenze sociali e civiche - Comunicazione nella madrelingua - Competenza matematica

PRINCIPALI FASI DI LAVORO - Somministrazione classe VA e classe IA - Approfondimento: mercatino (classe VA) Dialoghi al mercato (classe IA)

METODOLOGIE Spaced learning, didattica laboratoriale

VALUTAZIONE Prove strutturate e Questionario di autovalutazione

DOCUMENTAZIONE Presentazione

- Pixel art murales -

PAROLE CHIAVE Coding, laboratorio.

CLASSI COINVOLTE Alunni classi I A - I B centro urbano - SCUOLA PRIMARIA

DOCENTI Aurispa Sonia, Costantini Arianna, D’Agostino Valeria, Mazzone Giorgia, Montebello Giampiero, Petrei Giuliana.

MOTIVAZIONI: il coding è particolarmente adatto nella scuola primaria perché può diventare importante nella formazione di bambini e ragazzi, aiuta a pensare meglio e in modo creativo, stimola la loro curiosità attraverso quello che apparentemente può sembrare solo un gioco. Consente di imparare le basi della programmazione informatica, insegna a “dialogare” con il computer, a impartire alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo. L’obiettivo non è formare una generazione di futuri programmatori, ma educare i più piccoli al pensiero computazionale, che è la capacità di risolvere problemi – anche complessi – applicando la logica, ragionando passo passo sulla strategia migliore da applicare per arrivare alla soluzione.

ARGOMENTO: murales con contenitori delle uova di cartone e tovaglioli di carta colorati.

COMPETENZE DISCIPLINARI

• Competenze matematiche - Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.

• Imparare ad imparare - Partecipare attivamente alle attività portando il proprio contributo personale.

• Competenze sociali e civiche - Agire in modo autonomo e responsabile, conoscendo e osservando regole e norme. Collaborare e partecipare comprendendo i diversi punti di vista delle persone.

 PRINCIPALI FASI DI LAVORO

- Prima di sperimentare il CODING si è lavorato molto a livello motorio con l’utilizzo della pavimentazione dell’aula e precisando il concetto di punto, di linea, contorno, dentro e fuori, controllo, orientamento, spostamento guidato, quadretto pieno, quadretto vuoto, ecc... per sviluppare la consapevolezza del proprio corpo in riferimento allo spazio. L’uso della mattonella del pavimento prima e del quadretto del quaderno poi, ha contribuito a potenziare l’orientamento nello spazio grafico. 

- Presentazione del pixel e di alcuni comandi base della scrittura di un codice.

- Esperienza di coding, utilizzando un’attività unplugged, attività di gioco e grafiche con le istruzioni AVANTI-RIEMPI.

- Realizzare piccole figure come prima attività di pixel art con il corpo e graficamente sulla LIM e sul quaderno. Presentazione progetto murales, divisione di parti di codice per ciascun alunno. Riproduzione del loro codice su contenitori per uova riempiendo i buchi con tovaglioli di carta colorati. I cartoni per uova assemblati danno origine ad un prodotto finale di classe.

METODOLOGIE Metodo collaborativo/ problem solving ,attività di tipo ludico, tutoring tra pari, didattica laboratoriale.

VALUTAZIONE Osservazione di: grado di coinvolgimento degli alunni; capacità di collaborare ed interagire all’interno del piccolo gruppo; capacità di risolvere semplici problemi;  utilizzazione di varie rubriche valutative.

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA L’esperienza è stata più che positiva e gli alunni hanno manifestato un grande entusiasmo nell’ intraprendere l'attività e spirito di collaborazione. Questo tipo di esperienza, attraverso il gioco, ha contribuito a sviluppare le capacità logiche e ha gratificato gli alunni in difficoltà e quelli meno partecipativi, favorendo così l'inclusione e l’integrazione.

DOCUMENTAZIONE Progettazionepresentazione PowerPoint 

 A.S. 2016/2017

- I suoni della vita -

PAROLE CHIAVE Ascolto attivo, paesaggio sonoro, laboratorio, sceneggiatura

CLASSI COINVOLTE Classe IIA Scuola secondaria di I grado Elice

DOCENTI D’Ignazio, Musco, Nettuno

COMPETENZE DISCIPLINARI

- Sviluppare la capacità di ascolto

- Usare il registro linguistico in base alla situazione comunicativa realizzando scelte lessicali adeguate

- Osservare, leggere e analizzare i sistemi territoriali in chiave diacronica.

- Imparare a percepire, ad ascoltare, ricercare e discriminare i tempi e i luoghi dei suoni all’interno di contesti territoriali

- Esplorare e sperimentare, in laboratorio, lo svolgersi dei più comuni fenomeni. Ricercare soluzione ai problemi utilizzando le conoscenze acquisite.

PRINCIPALI FASI DI LAVORO

1. La propagazione delle onde sonore; 2. Il paesaggio sonoro - “Passeggiata sonora”: uscita didattica alla ricerca dei suoni dell’ambiente di vita degli alunni (registrazione mediante cellulare e registratore vocale); 3. L’orecchio e il meccanismo dell’udito; 4. Dal suono al linguaggio; 5. Una sceneggiatura per i suoni; 6. Realizzazione del file audio

MOTIVAZIONI Negli ultimi anni la fruizione eccessiva dei media ha contribuito ad una diminuzione del tempo d'ascolto e ad una perdita della qualità dello stesso; si sta sviluppando, infatti, una capacità di ascolto che si fonda su un'attenzione superficiale e intermittente. Risulta necessario, pertanto, favorire nel bambino/ragazzo il contatto con la realtà che lo circonda, rendendolo capace di riconoscere e valorizzare l'aspetto sonoro che la caratterizza.

ARGOMENTO Dopo aver ascoltato i suoni e i rumori dell’ambiente in cui vivono, gli alunni scoprono che il mondo che li circonda è pieno di segnali acustici a cui non avevano mai fatto attenzione e si accorgono che celano un mondo interessante e stimolante. Decidono così di prendere quegli stessi strumenti digitali che li stanno portando a sganciarsi dalla realtà per realizzare un prodotto che possa dare il giusto valore al paesaggio sonoro: una registrazione audio in cui sono presenti suoni dell’ambiente naturale e suoni prodotti dall’uomo.

METODOLOGIE Didattica laboratoriale in ambiente digitale, Cooperative Learning, Problem solving

VALUTAZIONE Valutazione di processo (lavoro cooperativo, ascolto e competenza digitale) e prodotto (registrazione audio) mediante rubriche di valutazione. Schede di autovalutazione.

VALUTAZIONE DELL’ESPERIENZA L’attività ha permesso di affrontare un aspetto della didattica spesso trascurato: l’ascolto. Numerosi sono stati i riscontri positivi: la scoperta di una realtà “sonora” ricca e interessante, l’attenzione all’ascolto dei suoni e quindi dell’altro, il lavoro cooperativo, l’utilizzo di tecnologie inconsuete ma stimolanti. Gli alunni hanno partecipato attivamente e proficuamente, dando idee e mostrando interesse e coinvolgimento.

DOCUMENTAZIONE Progettazionefile audio